logo radiant

TECNOLOGIA NEL CALORE DAL 1959

La legislazione italiana propone 3 soluzioni, alternative tra loro per beneficiare di agevolazioni o incentivi fiscali

    • Detrazione 50 % IRPEF - Per ristrutturazioni edilizie e interventi finalizzati al risparmio energetico in immobili residenziali esistenti.

      Validità: fino al 31/12/2013

      Viene prolungata la detrazione già aumentata nel 2012 dal 36% al 50%, applicabile non solo alle manutenzioni sia ordinarie che straordinarie e alle ristrutturazioni, ma anche alla realizzazione di opere finalizzate al risparmio energetico, come la sostituzione del vecchio generatore con una caldaia convenzionale ad alto rendimento, e per l'adeguamento degli impianti a gas già esistenti.

      Fino al 31/12/2013, la detrazione del 50% IRPEF andrà calcolata sulle spese sostenute per un ammontare massimo di 96.000,00 € per unità immobiliare (per poi ritornare al 36% per un ammontare massimo di 48.000,00 € dal 01/01/2014.

      Tutto invariato per quanto riguarda la ripartizione in 10 anni della detrazione e le modalità per ottenerla.

 

    • Detrazione 65 % IRPEF – IRES per le riqualificazioni energetiche degli edifici esistenti

      Validità: fino al 31/12/2013 per singole unità immobiliari ed edifici, fino al 30/06/2014 per interventi sulle parti comuni o che interessano unità immobiliari condominiali.

      Consiste nella detrazione del 55 %, prevista dalla legge 296/06, innalzata al 65 % a partire dal 06/06/2013; la detrazione è applicabile a specifici interventi tra cui:

      a) La sostituzione dell'impianto di climatizzazione invernale con:
      - Caldaia a condensazione
      - Pompa di calore ad alta efficienza (pompe di calore ed impianti geotermici sono stati reintrodotti dalla legge n° 90/2013) con contestuale messa a punto ed equilibratura del sistema di distribuzione.

      b) L'installazione di impianti solare termici per la produzione di acqua calda
      Tutto invariato per quanto riguarda la ripartizione in 10 anni della detrazione e le modalità per ottenerla.

 

    • Conto termico energia termico

      Validità: a partire dal 03/01/2013

      Il "Conto Energia Termico" contenuto nel D.M. 28/12/2012 incentiva gli interventi per l'incremento dell'efficienza energetica e per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili, realizzati da soggetti privati ( persone fisiche, condomini e soggetti titolari di reddito di impresa o agrario) e dalla pubblica amministrazione in edifici esistenti. Vi è differenza negli interventi incentivati a seconda dei soggetti dei soggetti beneficiari.

      La sostituzione di impianti di climatizzazione invernale già esistenti con caldaie a condensazione rientra tra gli interventi per le sole Pubbliche Amministrazioni.

      Tra gli interventi per Pubbliche Amministrazioni e soggetti privati ci sono:

      a) Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale già esistenti con impianti dotati di pompe di calore, elettriche o a gas, che utilizzino energia aereo termica, geotermica o idro termica.

      b) Installazione di collettori solare termici, sia per edifici nuovi che esistenti, anche abbinati a sistemi di solar cooling.

      Gli incentivi per le varie tipologie saranno corrisposti in rate annuali costanti per 2 o 5 anni a seconda dell'intervento.